Quei cuscinetti di grasso che nel tempo si formano soprattutto in certi punti del corpo (in particolare cosce, fianchi, pancia e giro vita, braccia, coulotte de cheval, ginocchia) sono un inestetismo piuttosto comune. Tentare di ridurre queste adiposità localizzate attraverso la dieta o l’esercizio fisico non sempre porta a risultati soddisfacenti. In questi casi la medicina estetica può rappresentare una soluzione efficace, con una serie di trattamenti differenziati che si possono utilizzare a seconda delle esigenze di ogni persona.

Il lipolaser, la radiofrequenza tripolare e la carbossiterapia, talvolta anche combinate, sono le tecniche in grado di portare i maggiori benefici visibili. Il lipolaser è un trattamento di nuova concezione che sfrutta il fascio di energia del laser per penetrare nei tessuti adiposi dell’ipoderma e tramite una specifica lunghezza d’onda ridurre il volume degli adipociti. La radiofrequenza, tramite il calore generato, si rivela molto efficace per agire sugli strati adiposi, ottenendo quel rimodellamento del corpo che in gergo viene definito “liposcultura”. La carbossiterapia consiste in microiniezioni di anidride carbonica, un gas prodotto naturalmente dal nostro corpo, che riattiva il metabolismo cellulare e gli enzimi in grado di sciogliere e riassorbire i grassi, aumentando al contempo la velocità del flusso nei vasi sanguigni e il drenaggio di liquidi in eccesso.

Presso il nostro studio è inoltre disponibile una nuova ed efficace tecnologia per eliminare le adiposità localizzate: la criolipolisi.